Dove sono i labirinti

fotoNon dobbiamo pensare che i labirinti abbiano sempre mura, siepi, divisioni, specchi. Possiamo penetrare labirinti senza accorgercene, o vedere i nostri passi fermati da un impedimento invisibile, non esplicito, e inesplicato: è possibile disorientarsi.

Il luogo in cui siamo può apparirci all’improvviso come un labirinto e per uscirne, ci vuole un colpo d’ala. Dedalo e Icaro uscirono dal labirinto con un volo, meraviglioso e tragico.

I labirinti sono sia materiali che immateriali.

Allora un labirinto é qualcosa di più di un disegno, un’architettura, un giardino, un pavimento? L’uomo ha inventato labirinti di ogni sorta e materiale, fino ai labirinti di parole. Nel labirinto c’é la vertigine dello smarrirsi, il fascino della spirale.

Un cammino tortuoso, senza troppo conoscere la strada da seguire.

In nessun luogo, più che nel labirinto, verità ed errore, salvezza e perdizione, vita e morte, sono vicini; nel labirinto la certezza porta all’errore, il credere di aver capito, all’inganno.

La decisione e la scelta, la rinuncia e il limite.

Rispondi