Lui mi vede

Il poeta ci tende la mano per condurci oltre l’ultimo orizzonte, oltre la cima della piramide, in quella terra che si estende oltre il vero e il falso, oltre la vita e la morte, oltre lo spazio e il tempo, oltre la ragione e la fantasia, oltre lo spirito e la materia… Nella sua voce c’è un incendio inestinguibile… (Psicomagia di Alejandro Jodorowsky, Silvia Meucci, Luisa Cortese)

Ho vissuto senza vedermi. Solo con la sua lente d’ingrandimento dell’amore io mi vedo.

Lui, il poeta, mi “vede” e mi ama. Io lo “vedo” e lo amo. Siamo liberi.

Miriana

2 pensieri su “Lui mi vede

Rispondi